Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Stressati a morte

stressati a morte tendenza funerali senza cerimonia svezia rassegna stampa svedese assosvezia

Nei ritmi frenetici della società occidentale viviamo tutti una crisi nel modo di vivere il tempo. Il passato si allontana come una realtà fuori moda e il futuro ci salta addosso pieno di novità. Ci resta l’istante presente, sempre scarso che tra la noia e la fretta ci porta spesso a sacrificare i rapporti umani per i mille impegni che vi si antepongono. In Svezia questa tendenza si sta radicando a tal punto che non ci si ferma più nemmeno davanti alla morte. Da quanto emerge dai dati della federazione di imprese funebri svedese Sveriges Begravningsbyråers Förbund è quasi triplicato il numero di funerali in Svezia che avvengono senza cerimonia. Nel 2012 solo il 2,8% dei funerali avvenivano in questi termini, ma il trend è in rapido aumento e oggi sono quasi il 6%.  “Negli ultimi cinque anni è diventato sempre più comune che il defunto venga cremato per direttissima e le sue ceneri disperse senza rito funebre sollevando i parenti dall’onere di presenziare a un evento non pianificato come la morte di un caro” spiega Ulf Lernéus, AD della Sveriges Begravningsbyråers Förbund. Anche la stessa Chiesa Svedese si sta accorgendo del graduale mutamento nel modo in cui i fedeli scelgono di investire il loro tempo. “Non si tratta di avere tempo per coltivare i rapporti umani, ma di capire che proprio nelle relazioni il tempo si genera” conclude Karin Sarja, vicario della parrocchia di Gävle.

Traduzione a cura di: Ida Montrasio

Condividi: