Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Campo neutro

rassegna stampa svedese assosvezia mediazione diplomazia svezia corea del nord ospitare summit

La Svezia alza il suo profilo di interlocutore e mediatore diplomatico. Settimana scorsa il ministro degli esteri nordcoreano Ri Yong-ho ha incontrato il ministro degli esteri svedese Margot Wallström a Stoccolma per salvaguardare relazioni bilaterali e discutere di questioni di reciproca preoccupazione. Potrebbe trattarsi del primo approccio verso un dialogo tra il presidente americano e Kim Jong-un, il quale avrebbe espresso disponibilità a negoziare sulla denuclearizzazione della penisola. Dalla sua anche Donald Trump avrebbe accettato l’invito a partecipare a colloqui diretti col dittatore nordcoreano, un annuncio imprevisto dopo che i due leader si sono scambiati minacce e insulti per mesi. La Svezia, pur non essendo membro della NATO, vanta rapporti di lunga data con la Corea del Nord, quando negli anni settanta la sua ambasciata a Pyongyang ha portato avanti una delle prime missioni diplomatiche occidentali. Ora come allora la missione di sicurezza consolare svedese non esita nel supportare una soluzione pacifica del conflitto. Non è ancora chiaro né se né quando si terrà l’incontro, intanto il primo ministro svedese Stefan Löfven si è dichiarato pronto a ospitare il summit se i protagonisti in questione dovessero concordare in questo senso.

Traduzione a cura di: Ida Montrasio

Condividi: