Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Fatti mandare dalla mamma a prendere il latte

latte lattosio alternative trend intolleranze rassegna stampa svedese assosvezia

Sono sempre di più gli svedesi che pur non rientrando nella schiera degli intolleranti al lattosio snobbano il latte fresco convinti che la bevanda tradizionale sia meno digeribile, più pesante e meno salutare rispetto alle alternative vegetali. Questa moda che sta prendendo sempre più piede in Svezia si nota chiaramente dai dati sulle vendite dei prodotti delattosati che registrano un giro d’affari che sfiora gli 1,6 miliardi SEK all’anno. Le elaborazioni dell’inchiesta di Uppdrag granskning (la versione svedese della trasmissione televisiva italiana d’inchiesta Report) evidenziano che il latte ad alta digeribilità in media costa il doppio rispetto al latte fresco tradizionale, ma nemmeno il maggiore esborso economico sembra scoraggiare il nuovo trend. “Dal punto di vista strettamente nutrizionale il latte di avena, soia e mandorla sono dei buoni prodotti, ma parliamo di alternative valide non di prodotti migliori” spiega Magnus Wickman, specialista in allergologia, contestando la moda di considerare il latte di mucca un nemico della salute restando di fatto la migliore fonte di calcio nonché di vitamina D che ha la funzione di sopperire alle carenze del sole che tipicamente colpiscono gli abitanti delle regioni nordiche. “Nel tempo noi scandinavi abbiamo avuto una modificazione genetica che ci consente il mantenimento della lattasi e quindi una maggiore facilità di digerire il lattosio” conclude Magnus Wickman rimarcando come spesso l’intolleranza tra gli svedesi non sia sempre reale, ma frequentemente considerata tale a causa di vari disturbi digestivi.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: