Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Deprivazione minima

deprivazione minima poveri disoccupati livello basso rassegna stampa svedese assosvezia

La Svezia è il Paese che conta, in valori assoluti, il minor numero di poveri in Europa. È quanto emerge dalle analisi dell’Istituto Nazionale di Statistica SCB sul tasso di privazione sociale. Appena l’1% della popolazione vive in condizioni di estrema povertà, ovvero circa 100.000 persone, una cifra ben al di sotto della media europea che resta intorno al 7%. “Sono i disoccupati che spesso rientrano nella categoria dei deprivati con un 8% che vive in condizioni di povertà materiale” riporta Philip Andö, portavoce del SCB, spiegando che la classifica è stata redatta basandosi su una serie di indicatori che valutano le possibilità economiche e di situazione sociale delle persone. Rientra nella categoria di deprivazione materiale e sociale chi non si può permettere almeno quattro su nove spese considerate necessarie, come ad esempio evitare arretrati nel pagamento dell’affitto e delle bollette di casa, permettersi dei pasti regolari, vestiti e attività ricreative. Quando invece si parla di persone a rischio di povertà, la Svezia si classifica peggio di molti altri Paesi europei. Questo indicatore mette in evidenza coloro che hanno delle entrate inferiori al 60% rispetto alla media nazionale, che per gli svedesi corrisponde a 140.000 SEK netti. È preoccupante riscontrare che ben il 65% degli over 65 vive con uno stipendio al di sotto della media.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: