Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Bene, ma non benissimo

ranking climate change obiettivi trattato parigi nessun paese rassegna stampa svedese assosvezia

La Svezia in testa al ranking della nuova edizione del Climate Change Performance Index che misura gli obiettivi raggiunti nella lotta al cambiamento climatico di 56 Paesi responsabili delle emissioni globali. Secondo le osservazioni degli esperti nessuno dei Paesi analizzati risulterebbe essere su una traiettoria compatibile con gli obiettivi di Parigi. La Svezia si piazza al quarto posto preceduta da un podio simbolicamente vuoto, come a sottolineare che la sua performance, seppur virtuosa, risulta comunque insufficiente a contenere il riscaldamento globale entro 1,5°C. Analizzando le singole categorie della classifica pubblicata da Germanwatch, NewClimate Institute e Climate Action Network, la Svezia si distingue per la riduzione delle emissioni di gas a effetto serra. Buono anche l’indicatore qualitativo basato sui contributi degli esperti nazionali del settore riguardanti le politiche climatiche. Dalle osservazioni emerge anche qualche critica nei confronti dell’apparente mancanza di una strategia svedese per raggiungere l’obiettivo che prevede emissioni quasi nulle entro il 2045. Per quanto riguarda l’Unione Europea nel suo complesso si sta dimostrando sulla buona strada, in particolare per quanto riguarda le politiche climatiche implementate durante COP24 di Katowice. Tra gli ultimi in classifica gli Stati Uniti su cui pesano soprattutto i gravi passi indietro fatti in ambito sia nazionale che internazionale, fra cui l’annuncio del ritiro dall’Accordo di Parigi.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi:

Articolo Precedente:

Articolo Successivo: