Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Siamo quello che mangiamo: i prodotti bio non sono una moda passeggera

prodotti bio dieta vegetariana non è moda passeggera

Ecco i numeri che sfatano l’idea che l’andamento positivo registrato dal bio sia una moda passeggera. In Svezia si parla di 28,8 miliardi SEK di vendite con una crescita del 5% sull’anno precedente. Secondo l’analisi dell’osservatorio Novus la scelta eco-friendly riflette un vero cambiamento nelle abitudini alimentari dei consumatori svedesi che mostrano un interesse sempre maggiore nei confronti di prodotti naturali, di maggior qualità e con migliori metodi di produzione. Dall’indagine emerge infatti che chi sceglie un prodotto biologico lo fa soprattutto pensando all’impatto ambientale e con un occhio di riguardo alla propria salute. L’emergenza siccità che l’estate scorsa ha colpito anche la Svezia è stato un campanello d’allarme per molti consumatori che, oltre alla scelta etica, valorizzano una produzione locale priva di pesticidi e altre sostanze chimiche all’interno degli alimenti, per i quali la metà degli svedesi sarebbe disposta a pagare fino al 25% in più. Il settore agroalimentare del Paese conferma inoltre l’aumento dei consumi di prodotti di tipo vegetale rispetto a quelli di origine animale. Negli ultimi anni l’alimentazione vegetariana è passata dall’essere una tendenza di nicchia al diventare mainstream e il 44% dei consumatori dichiara di mangiare vegetariano almeno una volta alla settimana. Nonostante i dati promettenti, il settore biologico svedese dovrà affrontare diverse sfide. In futuro la quantità di colture e di allevamenti dedicati dovrà crescere per poter rispondere alla domanda, prestando ovviamente le dovute attenzioni all’ecosistema circostante.

Fonte: 1 | 2

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: