Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Patto d’acciaio: SSAB, LKAB e Vattenfall esempi virtuosi a cospetto dell’ONU

SSAB esempio virtuoso onu hybrit

Presenti a New York per la conferenza dell’ONU sui cambiamenti climatici anche tre grandi aziende svedesi, il gruppo siderurgico SSAB, la compagnia mineraria LKAB e il gigante dell’energia Vattenfall, con un obiettivo comune: annullare le emissioni di CO2 nei loro rispettivi settori. Unite nell’iniziativa HYBRIT intendono mettere a punto un sistema di produzione industriale a impatto zero entro il 2035. “L’industria siderurgica è considerata uno dei settori difficili da convertire, eppure stiamo riuscendo a dare vita alla prima tecnologia al mondo per la produzione di acciaio senza fossili e siamo convinti che la transizione sarà positiva sia per il clima che per la nostra competitività” afferma Martin Lindqvist, Presidente e CEO di SSAB. In concreto HYBRIT intende sostituire il carbone da coke, tradizionalmente necessario per la produzione dell’acciaio a base minerale, con l’idrogeno riducendo così le emissioni di CO2 della Svezia del 10%. “Naturalmente il vero cambiamento e le nuove opportunità commerciali richiedono cooperazione” aggiunge Magnus Hall, Presidente e CEO di Vattenfall augurandosi che la produzione e lo stoccaggio di idrogeno su larga scala rappresentino un valore aggiunto per il sistema energetico rinnovabile e privo di fossili anche in altri settori. L’iniziativa HYBRIT è finanziata dall’Agenzia svedese per l’energia.

Fonte: 1

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: