Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Smart city a misura d’uomo

smart city sharing modello consumo condivisione rassegna stampa svedese

Il concetto dello sharing sta portando alla valorizzazione di nuovi modelli di consumo che dimostrano come ognuno nel suo piccolo potrebbe contribuire a diminuire gli sprechi semplicemente imparando a guardare in maniera diversa ciò di cui ha davvero bisogno. Ad esempio giocattoli, vestiti e auto si prestano bene ad essere condivisi. È quanto emerge dalle statistiche dell’università di Lund che ha preso in carico il progetto Sharing Cities, un’iniziativa nata per sviluppare soluzioni innovative e integrate verso la realizzazione della smart city. Il progetto toccherà le città di Stoccolma, Göteborg, Malmö e Umeå al fine di diffondere il concetto di smart city tra la gente comune e rafforzare il ruolo della Svezia come leader all’avanguardia nell’ambito della sostenibilità. Nel corso del progetto, in ogni città coinvolta saranno implementate soluzioni innovative nei settori della mobilità elettrica, dell’illuminazione pubblica e dell’ICT. Per fare un esempio, la zona di Sege Park a Malmö sarà adibita a parcheggio per auto e biciclette per rendere più fluido lo sharing fra i cittadini. “Dobbiamo prepararci a cambiare le nostre abitudini, passando da un’economia basata sul possesso a una condizione che garantisca la disponibilità di ciò che ci serve in ogni momento” conclude Kes McCormick, coordinatore del programma Sharing Cities Sweden.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi:

Articolo Precedente:

Articolo Successivo: