Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Apocalisse lipidica

apocalisse lipidi obesità sovrappeso popolazione svedese rassegna stampa

L’obesità sta facendo aumentare inesorabilmente la taglia degli svedesi. Secondo i dati più recenti elaborati dal Ministero della salute pubblica Folkhälsomyndigheten il 51% della popolazione svedese tra i 16 e i 84 anni è in sovrappeso. “Mangiare male sta diventando uno dei principali problemi di salute pubblica” spiega Marlene Makenzius, portavoce del Folkhälsomyndigheten,  puntando i riflettori sui danni di una cattiva alimentazione. È difficile avere un’unica spiegazione per questo fenomeno che può essere legato a fattori di rischio familiari, ma anche ad abitudini alimentari particolari o alla quantità di attività fisica svolta. L’indagine avrebbe però rilevato che coloro che fanno parte di una categoria professionale superiore hanno generalmente un comportamento più favorevole alla conservazione della loro salute, mangiano più verdura e praticano più sport. La tendenza al sovrappeso risulterebbe inoltre più marcata nelle zone rurali che in città, denotando forti disuguaglianze sociali. In quanto patria del welfare la Svezia si sta dando da fare nella prevenzione delle patologie dovute all’eccesso di calorie, offrendo colloqui gratuiti di consulenza e informazione, valutazioni del grado di sovrappeso e l’individuazione dei percorsi nutrizionali più appropriati. “Dobbiamo trattare l’obesità come una vera emergenza sanitaria considerando le serie conseguenze in termini di riduzione della qualità della vita e notevoli ricadute economiche” conclude Marlene Makenzius.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi:

Articolo Precedente:

Articolo Successivo: