Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Denaro raro: sono sempre meno gli sportelli per il prelievo dei contanti

Sportelli per il prelievo di contanti in diminuzione

In Svezia, dove l’uso delle banconote è sempre più raro, gli sportelli per il prelievo di contanti rischiano l’estinzione. Nel 2010 Bankomat, la principale piattaforma di prelievo in Svezia, aveva in gestione quasi 2.700 sportelli. A distanza di nove anni gli sportelli dove prelevare sono diminuiti del 40% scendendo a 1.600. “Abbiamo ridotto il numero di distributori principalmente nelle grandi città, ma siamo comunque presenti in 564 centri abitati e garantiamo sempre una distanza ragionevole tra i vari punti di prelievo” riporta Johan Nilsson, direttore marketing di Bankomat attribuendo la riduzione dei punti di prelievo al minore utilizzo degli contanti. Negli ultimi cinque anni infatti i prelievi di contanti sono diminuiti sia in numero che in valore. In un rapporto prodotto dalla banca centrale svedese Riksbanken, nel 2018 il 20% degli intervistati ha dichiarato di non utilizzare affatto questi sportelli, mentre il 42% preleva di rado, il 31% da uno a tre volte al mese e il 6% una o poche volte a settimana. In controtendenza l’organizzazione nazionale dei pensionati PRO, che riscontra una crescente preoccupazione tra gli anziani. “Non tutti sono a proprio agio nel fare gli acquisti con la carta e facendo fatica a ricordare i codici” afferma Christina Tallberg, Presidente di PRO Svezia, indicando la scomparsa del denaro contante come un problema che non tutela la sicurezza degli over 65. Jan Bertoft, segretario generale dei consumatori svedesi, solleva anche la questione dell’integrità di ciascun individuo: “Il pagamento tramite la carta o lo smartphone è tracciabile e va a minare la nostra privacy”.

Fonte: 1

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: