Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Gira la moda: la sfida dei redattori per contrastare il modello della fast fashion

L'impatto ambientale della fast fashion

Quella della moda è una delle industrie che più inquinano al mondo. In particolare, il modello della fast fashion avrebbe contribuito cospicuamente alle enormi emissioni di gas serra e al suo devastante impatto ambientale. A dirlo sono i numeri, impressionanti e in crescita continua, riportati dall’ONU che dimostrano quanto le emissioni prodotte da quest’industria siano di gran lunga maggiori rispetto a quelle dovute al traffico aereo. Con una tendenza alla moltiplicazione dell’offerta e all’inseguimento di modelli culturali ed estetici imposti da marketing e pubblicità, oggi acquistiamo il 60% in più in abbigliamento rispetto al 2000, pur utilizzandolo per la metà del tempo. Per molti consumatori la moda è passeggera. Secondo i dati riportati dal SCB in media gli svedesi comprano circa 13 kg di vestiti all’anno e ne gettano via 8 kg. “La moda è sinonimo di rinnovamento, è una prerogativa del settore reinventarsi in continuazione” spiega Caroline Thörnholm, capo redattrice della rivista di moda svedese Plaza kvinna, ammettendo il paradosso di parlare di sostenibilità e riuso nel settore moda che mira ossessivamente al profitto che spesso ottiene facendolo in buona parte pagare alla collettività in forma più o meno nascosta. I risultati di tale consumismo sfrenato sono rifiuti, inquinamento e sfruttamento. D’altro canto, sono proprio le riviste di moda ad avere la responsabilità di cambiare questo trend devastante per creare consapevolezza attorno al mondo della moda, a ciò che in esso non va e che merita un cambiamento verso la sostenibilità. “Per quanto possibile cerchiamo contrastare il modello del fast fashion pubblicando editoriali su come si crea un guardaroba che duri nel tempo, attraverso acquisti ragionati che si abbinano al proprio stile di vita e alla propria personalità” spiega Daniel Björk, capo redattore di Bon.

Fonte: 1 | 2

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: