Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

L’invasione delle microplastiche: il governo svedese dichiara guerra ai sacchetti di plastica

nuova tassa sacchetti plastica microplastiche svezia governo

La Svezia si prepara a introdurre una nuova tassa sui sacchetti di plastica. A partire dall’anno prossimo costeranno il doppio. “Abbiamo visto tutti le immagini della balena arenata morta per aver ingerito 80 sacchi di plastica, è una realtà che non possiamo accettare” ha dichiarato il ministro delle finanze Per Bolund lanciando l’allarme microplastiche che entrano nella catena alimentare, con un impatto chiaramente negativo sul pianeta e sulla salute umana. La proposta di legge vorrebbe imporre una tassa di 3 SEK per le buste della spesa e 30 centesimi per i sacchettini per la frutta e la verdura. “La plastica è una grande piaga per la nostra terra e tutti noi dovremmo imparare a farne a meno” aggiunge esplicitando l’intento a disincentivare l’acquisto dei sacchetti a fronte del risparmio di chi si porta una borsa da casa. Sulla stessa linea dell’UE la Svezia ha come obiettivo un consumo massimo di 40 sacchetti di plastica a persona all’anno. “Presenteremo la proposta al governo e se non ci saranno obiezioni pensiamo di inserire la nuova tassa nella finanziaria del 2020” conclude Per Bolund stimando che tale tassazione porterà alle casse dello Stato 2,9 miliardi SEK.

Fonte: 1

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: