Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Poco slancio nel bilancio

riforme stato bilancio svezia rallentamento crescita rassegna stampa svedese

“La progressiva riduzione delle tasse di 20 miliardi SEK comporta che non ci sarà margine per ulteriori riforme finanziate dallo stato per l’anno in corso”. Lo ha comunicato il Ministro dell’Economia Magdalena Andersson presentando le ultime previsioni di bilancio del governo svedese. Nonostante l’attività economica si sia rafforzata negli ultimi anni e la crescita sia stata elevata, recentemente diversi indicatori dello sviluppo economico hanno registrato una leggera flessione. “La crescita subirà un rallentamento, pur mantenendosi sull’1,6% sia quest’anno che nel 2020” ha assicurato il Ministro. Con un tasso di occupazione storicamente elevato e forti finanze pubbliche, il mercato del lavoro continua a migliorare grazie ai progressi raggiunti nel quarto trimestre del 2018. Sono invece la Brexit, la politica commerciale degli Stati Uniti e l’incertezza nel mercato immobiliare a far scendere un’ombra sul quadro economico svedese lasciando presumere uno sviluppo più debole del previsto. “Siamo preparati agli eventuali squilibri economici che verranno” assicura Magdalena Andersson, alludendo al surplus nelle finanze pubbliche raggiunto durante l’ultimo periodo di mandato quando la diminuzione del debito pubblico di circa 130 miliardi SEK ha fatto registrare lo spread più basso dal 1977.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi:

Articolo Precedente:

Articolo Successivo: