Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Piccoli vegetariani crescono: meno carne per salvare il pianeta

meno carne salvare pianeta

Quanto siamo disposti a diminuire il nostro consumo di carne per salvare il pianeta? In Svezia sono soprattutto i giovani a cambiare le proprie abitudini per combattere il riscaldamento globale. Lo riporta uno studio dell’istituto di ricerca Novus da cui emerge che più della metà degli intervistati tra i 18 e i 29 sono propensi a consumare carne una sola volta alla settimana, una scelta non altrettanto condivisa dagli over 50. Per quanto quasi il 90% degli svedesi riconosca che il cambiamento climatico sia imputabile all’uomo, solo un terzo ritiene che le sorti del mondo siano legate all’allevamento intensivo. Tra gli intervistati c’è chi, pur non essendo ambientalista preferisce una dieta vegetariana, chi cerca di diminuire gradualmente il consumo di carne per mettersi alla prova e chi lo fa semplicemente per amore degli animali. Ad oggi gli svedesi mangiano circa il doppio della dose di carne rossa consigliata dagli esperti che raccomandano una dieta a base di vegetali con piccoli e occasionali strappi a favore della carne, ma non più di 300 grammi alla settimana. “Sulla questione del consumo sostenibile abbiamo notato un impegno maggiore da parte dei giovani, coscienti del fatto che saranno loro a subire le conseguenze delle emissioni globali” commenta Torbjörn Sjöström, ad presso Novus, riscontrando un atteggiamento abbastanza lassista da parte delle generazioni più mature, focalizzate a tirare avanti nella quotidianità e con uno sguardo meno idealistico al futuro.

Fonte: 1 

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi: