Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Con i piedi per terra

rinnovo contratto compagnia aerea sas

La compagnia aerea scandinava SAS torna a volare dopo quasi una settimana di sciopero. L’astensione dal lavoro dei piloti, iniziata a fine aprile in seguito alla rottura dei negoziati per il rinnovo del contratto di categoria, ha causato la cancellazione di più di 4.000 voli della Scandinavian Airlines lasciando a terra decine di migliaia di passeggeri. “Da entrambe le parti ci siamo resi conto che stavamo segando il ramo cui siamo seduti” ha commentato l’amministratore delegato di SAS Rickard Gustafson annunciando con un certo sollievo di aver finalmente raggiunto un accordo con i sindacati. L’accordo triennale prevede un aumento di stipendio del 3,5% nel 2019, seguito dal 3% nel 2020 e dal 4% nel 2021. Le rivendicazioni in realtà andavano oltre il semplice aspetto salariale domandando anche una maggiore affidabilità nella pianificazione delle ore di volo di ciascun pilota. Si stima che lo sciopero sia costato alla compagnia 60-80 milioni SEK al giorno. “Ci rammarichiamo soprattutto di aver perso la fiducia dei nostri clienti” conclude Rickard Gustafson chiedendo scusa per i disagi subiti negli aeroporti.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi:

Articolo Precedente:

Articolo Successivo: