Benvenuto in Assosvezia – la Camera di Commercio Italo-Svedese

Operatività sostenibile

operatività sostenibile sundsvall 6 ore lavorative costi economici rassegna stampa svedese

Sebbene l’esperimento svedese delle 6 ore lavorative abbia mostrato conseguenze positive per i dipendenti interessati, è risultato difficilmente attuabile per via dei costi economici non trascurabili per le aziende e sulla collettività. Tuttavia il dibattito sui benefici della riduzione dell’orario di lavoro resta aperto e oggi la Svezia rilancia l’idea col sistema di turnazione del 6+2.  “Qualche anno fa ci siamo ritrovati col 30% di personale in meno e il sistema rischiava il collasso” racconta Eva Rönnbäck, addetta ai servizi per i minori e per la famiglia del comune di Sundsvall. Era il 2016, le dimissioni per l’insostenibile carico lavorativo erano all’ordine del giorno e il blocco delle assunzioni e del turn over incidevano pesantemente sulla qualità del lavoro socio-sanitario. L’introduzione dell’orario ridotto è stata una richiesta del personale allo stremo. Oggi la situazione è cambiata radicalmente, il personale si trova bene grazie al nuovo approccio che conta 6 ore operative, dedicate ai colloqui di terapia e sostegno, più 2 ore di decompressione e pianificazione. “Siamo a lavoro 8 ore, ma di fatto il carico di lavoro è dosato in maniera più organizzata e sostenibile” spiega Eva Rönnbäck, notando come la riduzione dell’orario lavorativo abbia diminuito le richieste di permesso dal lavoro e migliorato la coesione e l’efficienza dei dipendenti, oltre alla maggiore costanza nella cura riservata agli assistiti. Seguendo questo modello il comune di Sundsvall ha attuato investimenti idonei in termini di risorse professionali a livello di pubblica amministrazione con una dotazione organica di assistenti sociali adeguata all’attuale carico di lavoro, cosa che sta riportando a crescere l’interesse per questo tipo di professione così fondamentale per l’inclusione e la crescita del Paese.

Traduzione a cura di Ida Montrasio

Condividi:

Articolo Precedente:

Articolo Successivo: